logo
Origano selvatico Siciliano
origano siciliano il giardino delle meravilgie
Piante officinali e erbe aromatiche

Origano selvatico Siciliano

Aromatico dal sapore antico

Da trapiantare

  • G
  • F
  • M
  • A
  • M
  • G
  • L
  • A
  • S
  • O
  • N
  • D

Effettua il login per visualizzare i prezzi e acquistare online

Lamiacee Origanum vulgare, L.

Pianta: pianta perenne (la durata media della coltura è di 5-6 anni) rustica, vigorosa, alta fino a 50 cm, che cresce bene nei terreni calcarei, profondi e ricchi con esposizione soleggiata.

Esposizione: pieno sole; in casa collocare in zone luminose.

Fioritura: in estate i fiori si presentano di colore bianco riuniti in mazzetti all'apice dello stelo

Parte utilizzata: foglie e apici fioriti.

Aroma: molto intenso e persistente tipico dei luoghi mediterranei.

Impiego: in cucina è l’aromatizzante per eccellenza delle pietanze ed è utile anche per la preparazione di bevande. Ideale per condire sughi di pomodoro, per la pizza, carni arrostite.  Ottimo pure per profumare l'aceto.

Proprietà: toniche, digestive, stomatiche e antiasmatiche.

Raccolta: Si raccolgono le foglioline e gli apici fioriti durante tutta la stagione vegetativa tagliando le piantine a 5-10 cm dal suolo . Bisogna sempre tener presente, comunque, che il miglior periodo per lo sfalcio è la piena fioritura ossia quel periodo in cui la pianta ha una più intensa aroma balsamica. Per la conservazione gli steli tagliati si legano in fasci lenti e si lasciano appesi in luoghi ombreggiati, ventilati e asciutti per almeno 15-20 giorni. L'origano dopo l'essiccazione può essere polverizzato e conservato in boccette di vetro. 

Informazione nutrizionali: all'origano si attribuiscono proprietà che aiutano le persone che hanno problemi  alle vie respiratorie, emicrania, clorosi, meteorismo, inappetenza. 

Scheda Tecnica

Indicazioni per la coltivazione

Coltivazione:  Più il terreno è povero e asciutto più l'aroma sarà intenso. Importante è l'eliminazione delle erbe infestanti mediante sarchiature e scerbature manuali.

Concimazione: l'origano può essere concimato ma senza esagerare per evitare di perdere le caratteristiche aromatiche naturali tipiche delle piante spontanee. 

Densità di impianto: 6-8 piante a mq, 25 cm sulla fila e 60-70 cm tra le file.

Malattie: i trattamenti antiparassitari vanno effettuati solo nel caso ci sia la manifestazione di malattie che potrebbero compromettere la produzione.

Guide alla coltivazione e allegati

Iscriviti alla nostra Newsletter
text