Pratolina (margheritina, bellis)

Coltivata in vari colori che vanno dal bianco al rosa, al rosso intenso con fiori semplici o doppi

da giardino

La Pratolina (detta anche mergheritina comune, fior gentile, fior di primavera, fiore pleno, fiorellin di prato), è una pianta perenne erbacea con foglie disposte a rosetta; i fiori (a capolino) sono composti da una parte centrale gialla (disco centrale) con piccoli petali (ligule). Le diverse varietà coprono una gamma cromatica che va dal bianco al rosso intenso passando per varie sfumature di rosa.

La pratolina si utilizza per creare bordure.

I petali sono dei capolini solitari con disco centrale giallo e ligule di vario colore dal bianco,al rosella al rosso. Verso sera i capolini si chiudono, per poi riaprirsi all'alba. E' una pianta da fiore ornamentale, che si utilizza per ornare scarpate e pendii, adatto a creare bordure per valorizzare i prati (da qui prende il nome).

Questa pianta da fiore possiede proprietà medicinali: in passato veniva utilizzata come pianta medicinale; gli infusi e i decotti dei fiori, se bevuti, contrastano le pleuriti, le malattie della gola e dei bronchi, mentre per clistere riducono le infiammazioni a livello intestinale e le emorragie dell'utero. I cataplasmi di foglie bollite si usano per curare contusioni, distorsioni, piaghe torpide, foruncoli e flemmoni.

Glossario

  • È la zona compresa tra la base del peduncolo fogliare e il ramo (o fusto erbaceo) su cui lo stesso è inserito. Si parla comunemente di fiori e di gemme ascellari riferendosi a quelli che spuntano in tale zona.

  • Grossa gemma sotterranea con fusto breve circondato da foglie

  • Intervento di taglio (potatura) sulla vegetazione tenera; si esegue staccando la cima di un getto

Scheda Tecnica

Nome scientifico
Bellis perennis
Tipologia:
pianta biennale
Fioritura:
da gennaio a dicembre
Altezza:
fino a 15 cm
Esposizione:
pieno sole, mezz' ombra
Portamento:
eretto
Impiego:
bordure, ornamento prati, ecc.
Irrigazione:
regolare, più frequenti nei periodi caldi

Indicazioni per la coltivazione

Terreno: leggero, sciolto e ben concimato

Irrigazioni: nei periodi caldi devono essere regolari e frequenti. Nelle altre stagioni bisogno attenzionare l'apporto di acqua che non deve essere eccessivo

Esposizione: soleggiata o parzialmente ombreggiata

Concimazioni: vanno effettuate soprattutto nei periodi caldi con fertilizzanti idrosolubili specifici per specie fiorite.

Malattie: è una specie abbastanza resistente ma può essere attaccata da malattie funginee e come la ruggine grigia (causa il disseccamento del fusto e delle foglie), la Septoria bellidis (induce sulle foglie la comparsa di macchie giallo-rossiccie) e la Cercospora che causa (piccole macchie circolari).

Disponibile nei formati le immagini sono puramente indicative

  • 11CA

    Vaso in plastica

    ø: 10.5 cm

    h: 9 cm

Iscriviti alla nostra Newsletter