Rosmarino ricadente

Lamiacee Rosmarinus officinalis L.

Pianta: perenne (la durata media di una coltura si aggira intorno ai 5-6 anni e anche più), sempreverde, con portamento prostrato, molto rustica. Non tollera ristagni idrici e basse temperature.

Fioritura: tutto l’anno nelle isole e da aprile ad agosto nel resto d’Italia; fiori piccoli di colore azzurro-lilla.

Parte utilizzata: rametti e foglie.

Aroma: intenso di incenso e canfora.

Impiego: in cucina è meglio utilizzarlo fresco per condire cibi cotti (su carni e pesce alla griglia o arrosto e per insaporire salse e sughi) o anche per l’ottenimento di oli essenziali. Usata pure come pianta ornamentale per abbellire le scarpate (visto il portamento ricadente) o da tenere nei vasi; quando fiorisce ha un aspetto molto gradevole.

Proprietà: tonica e stimolante delle funzioni gastrointestinali, diuretica, cardiaca; favorisce la digestione e l’appetito.

Raccolta: recidere le parti più tenere della pianta prima della fioritura che possono essere usate allo stato fresco o essiccate (in questo caso perde parte delle sue proprietà aromatiche) in luoghi arieggiati all’ombra. 

Indicazioni per la coltivazione

Esposizione: pieno sole; in casa collocare in zone luminose.

Densità di impianto: 2 piante a mq; 50 cm sulla fila e 1 metro tra le file.

Disponibile nei formati le immagini sono puramente indicative

  • 14B

    Vaso in plastica

    ø: 14 cm
    h: 11 cm

Iscriviti alla nostra Newsletter