Cavolfiore romanesco

eccellente qualità

  • Cavolfiore verde romanesco

Varietà di cavolfiore verde a ciclo medio-precoce autunno-invernale, con raccolta a 100-110 giorni dal trapianto. La pianta è vigorosa, molto rustica, sana e omogenea. Il cavolfiore verde roamanesco è di eccellente qualità , con infiorescenza molto caratteristica costituita fioretti molto serrati appuntiti, regolari, compatti e di ottima colorazione verde intensa brillante, ottima sanità. Il romanesco ha in più la resistenza intermedia alla peronospora. In cucina le ricette più utilizzate sono: cavolfiori gratinati, cavolfiori fritti in pastella, polpette di cavolfiori, orecchiette cavolfiore e pancetta o semplicemente lessati e conditi con olio e sale. Si prepararono pure ricette tipiche siciliane come i "bastaddi affucati"(cavolfiori affogati) o le focacce di cavolfiore.

Informazioni nutrizionali: Ricco di sali minerali Calcio e Potassio, fibre, antiossidanti e Vitamina B2 in grado di stimolare la produzione di globuli rossi nel sangue, quindi ottimo rimedio per chi ha problemi di anemia. Inoltre i cavolfiori sono a basso contenuto calorico e privi di glutine, infatti sono molto utilizzati nelle diete ipocaloriche.

Curiosità: I broccoli sono molto utilizzati in cucina fin dai tempi antichi, per le loro proprietà organolettiche e salutari, ma una nota dolente per questi ortaggi è purtroppo l'odore, alquanto sgradevole, sprigionato durante la cottura: ciò e dovuto alla presenza dello zolfo contenuto in discreta quantità nei loro tessuti. A tale problema possiamo rimediare, mantenendo le nostre case integre e profumate, spremendo un limone nell’acqua di cottura. La cottura a vapore è quella che riesce ad esaltare il sapore dei broccoli ed a mantenere inalterate tutte le loro proprietà benefiche e nutritive. 

Scheda Tecnica

Tipologia
romanesco
Crescita
vigorosa
Tempi di raccolta
100-110 giorni dal trapianto
Forma frutti
appuntiti
Peso medio frutto
fino a 1 kg
Colore alla raccolta
verde intenso e brillante
Uso in cucina
gratinati, in pastella, a polpette, come condimento per la pasta, focacce di cavolfiore o semplicemente lessati e conditi con sale e olio.

Indicazioni per la coltivazione

Coltivazione: Il cavolfiore verde cresce bene se il terreno è fertile, fresco e ben lavorato. Il clima ideale è quello mite in autunno-inverno. Gli sbalzi, le alte temperatura e i venti caldi portano la pianta alla prefioritura. Per ottenere cavolfiore di qualità elevata la èpianta ha bisogno di 2 concimazioni basilari: la prima interrando concimi composti o letame ben maturo prima del trapianto e una seconda e ultima da effettuare 30 giorni prima della raccolta. Si consiglia il trapianto in pieno campo da gennaio a febbraio e da giugno a ottobre.

Distanza di trapianto: cm 60-70 circa tra le fila, cm 50-60 circa sulla fila

Malattie: per informazioni e cura delle piante di cavolfiore verde romanesco cliccare qui

Disponibile nei formati le immagini sono puramente indicative

  • T12

    minipack da 12 piantine

    H: 60mm

    L: 100mm

    P: 100mm

  • T80

    cluster da 80 piantine

    H: 60mm

    L: 100mm

    P: 100mm

  • D80

    cassettina display da 80 piantine

    H: 60mm

    L: 100mm

    P: 100mm

Iscriviti alla nostra Newsletter