Cipolla rossa lunga di tropea

  • cipolla lunga di tropea il giardino delle meraviglie

La varietà della cipolla di tropea lunga rossa ha un sapore dolce inconfondibile ed è stata importata dagli antichi fenici. Da circa 2000 anni viene coltivata in grande quantità nella zona tirrenica calabrese nota anche con il nome di "Mezza Campana" adattandosi bene alle condizioni climatiche. La sua dolcezza è data dal terreno fresco e limoso e dalle temperature miti nel periodo invernale. Si sviluppa in maniera eretta con fogliame scuro. Produce bulbi e di forma ellittica di buona pezzattura rivestiti da una leggera tunica di colore rosso brillante con polpa carnosa e bianca. La cipolla lunga di tropea è a ciclo medio-tardivo e molto uniforme. In particolare non può essere conservata a lungo ma deve essere consumata fresca. Questa varietà può essere coltivata anche per la produzione di cipollotti se trapiantata in primavera-estate o se raccolta in anticipo. La pianta risulta vigorosa e molto forte nell'attaccatura tra le foglie e il bulbo che lòa rende ottima anche alla preparazione di trecce. La cipolla rossa di tropea è riconosciuta a livello internazionale per la sua precocità, per il gusto eccezionale e unico e per il colore intenso delle tuniche che la rendono un prodotto IGP (INDICAZAZIONE GEOGRAFICA PROTETTA). In cucina sta alla base nella preparazione dei soffritti, è utilizzata anche come contorno, per insaporire i cibi, per preparare ricette tipiche e nelle focacce. Preparata anche al forno, tagliata a rondelle, impanata o no, o con pomodorino e formaggio, fritta o a filetti in boccette sott'olio.

Informazioni nutrizionali: contiene un'apprezzabile quantità di Calcio e di Vitamina C. Esercita inoltre azione diuretica, antisettica e vermifuga.

Scheda Tecnica

Tipologia
lunga rossa
Crescita
eretta
Forma frutti
ellittica, trottola allungata
Colore alla raccolta
rosso vinato
Tempi di raccolta
120-180 giorni dal trapianto
Uso in cucina
In cucina è utilizzata come contorno, per insaporire i cibi, per preparare ricette tipiche e nelle focacce. Preparata anche al forno, tagliata a rondelle, impanata o no, o con pomodorino e formaggio, fritta o a filetti in boccette sott'olio.

Indicazioni per la coltivazione

Coltivazione: si consiglia il trapianto da dicembre a marzo. Può essere coltivata bene sia in pianura che in montagna. Il terreno ha un ruolo fondamentale nella riuscita della cipolla infatti si consiglia il trapianto in terreni sciolti, permeabili e ben concimati evitando stallatico (perchè può indurre marciumi dei bulbi). Utilizzare prodotti minerali a lenta cessione da spargere nel terreno prima del trapianto, integrando in copertura concimi a pronta assimilazione dopo 3 settimane dal trapianto. Predilige una posizione soleggiata. La cipolla soffre i ristagni idrici, terreni troppo acidi o troppo alcalini. Si adatta bene a qualsiasi clima sia a quello temperato-caldo che a quello rigido-invernale. 

Distanze di trapianto: tra le file 20 cm e sulla fila 20 cm. 

Malattie: per informazione sulle cure e malattie della cipolla clicca qui

Disponibile nei formati le immagini sono puramente indicative

  • T12

    minipack da 12 piantine

    H: 60mm

    L: 100mm

    P: 100mm

  • T80

    cluster da 80 piantine

    H: 60mm

    L: 100mm

    P: 100mm

  • D80

    cassettina display da 80 piantine

    H: 60mm

    L: 100mm

    P: 100mm

Iscriviti alla nostra Newsletter