Pomodoro Ciliegino alto

tipologia ciliegino

Produttivo e molto dolce

  • pomodoro ciliegino il giardino delle meraviglie

Varietà di pomodoro a crescita indeterminata precoce della tipologia ciliegino. La pianta è mediamente vigorosa con internodi corti e fogliame areato, molto rustica con ottime e costanti capacità di allegare i fiori nei diversi periodi dell'anno. Dopo circa 90-120 giorni dal trapianto si formano grappoli regolari e uniformi con pomodirini del peso di 15-20 gr caduno, di forma tonda e liscia, di colore rosso intenso e brillante a piena maturazione. Il ciliegino si presenta molto consistente e ha un' ottima tolleranza alle spaccature, con la grande qualità della long shel life (lunga vita nello scaffale), quindi di buona conservabilità. Questa varietà è particolarmente apprezzata dai consumatori per la rusticità e la dolcezza del frutto. Destinato al consumo fresco, i pomodorini possono essere mangiati anche crudi o a pezzettini sulle bruschette, sulla pizza, su piatti come la caprese, carne alla pizzaiola, insalate fresche e genuine. Si preparano anche deliziosi sughi di sapore unico e eccezionale.

Glossario

  • È la zona compresa tra la base del peduncolo fogliare e il ramo (o fusto erbaceo) su cui lo stesso è inserito. Si parla comunemente di fiori e di gemme ascellari riferendosi a quelli che spuntano in tale zona.

  • Intervento di taglio (potatura) sulla vegetazione tenera; si esegue staccando la cima di un getto

  • Lavorazione del terreno con la quale si mira in genere a eliminare le erbe infestanti, a smuovere la "crosta" superficiale del suolo e ad aumentare la terra intorno alla base del fusto delle piante coltivate.

  • Eliminazione del polloni per evitare un'eccessivo dispendio energetico alla pianta

Scheda Tecnica

Tipologia
ciliegino
Crescita
indeterminata, vigorosa
Forma frutti
di ciliegia
Grappolo
12-14 pomodori
Peso medio frutto
15-20 gr
Tempi di raccolta
90-120 giorni dal trapianto
Colore alla raccolta
rosso brillante
Resa media per pianta
4-5 kg
Uso in cucina
possono essere mangiati anche crudi o a pezzettini sulle bruschette, sulla pizza, su piatti come caprese, carne alla pizzaiola, insalate fresche e genuine

Indicazioni per la coltivazione

Coltivazione: Si consiglia il trapianto in pieno campo da marzo a luglio e in serra da settembre a febbraio. Il clima ideale per il trapianto del pomodoro è quello temperato-caldo. Preparare un terreno profondo, fertile e fresco. Le piante vanno legate a dei sostegni o tutori in legno o canna. Effettuare una cimatura in modo da non farla sviluppare troppo in altezza e anticipare e favorire la maturazione dei pomodori. Asportare tutti i germogli ascellari per rinforzare i palchi laterali. L'irrigazione è fondamentale, cercare di non bagnare le foglie per evitare l'attacco di malattie crittogamiche.

Distanza di trapianto: cm 80-100 circa tra le fila, cm 35-40 circa sulla fila

Malattie: Per informazioni e cure delle malattie del pomodoro cliccare qui

Disponibile nei formati le immagini sono puramente indicative

  • T12

    minipack da 12 piantine

    H: 60mm

    L: 100mm

    P: 100mm

  • T80

    cluster da 80 piantine

    H: 60mm

    L: 100mm

    P: 100mm

  • D80

    cassettina display da 80 piantine

    H: 60mm

    L: 100mm

    P: 100mm

Iscriviti alla nostra Newsletter